Aprile 28, 2009

Ahhh be’, si be’, ah be’….

Author: iQuindici - Categories: Sassolini - Tags: , ,

 Ho visto una “influenza suina” che di suino poi non avrebbe nulla: tutte le varianti influenzali nascono da mutazioni di virus che avvengono più o meno casualmente in giro per popolazioni animali; tra l’altro i poveri maiali pare che non la temano!

La temiamo noi però: 152 morti dei quali 18 accertati, un po’ di notizie diffuse ad arte ed ecco l’emergenza pandemia: già vista con le galline ma pare che l’esperienza poco insegni.

C’è anche il solito rito del “noi no”: il nostro ministro della salute (sanità non s’usa più essendo stato abolito per referendum) che tranquillizza sul fatto che l’Italia non corre nessun rischio: gli altri si ammalano ma noi siamo tranquilli!

Come mai? Perché abbiamo ben tre livelli di sicurezza. L’ultimo sono ospedali attrezzati con reparti di isolamento contro il propagarsi delle malattie infettive, ed i primi due?

Semplice: una Sanità Pubblica che, malgrado ciò che si dice, è sempre stata d’eccellenza: in particolare per quanto riguarda i presidi di massa territoriali. Insomma: disponibile per tutti, sempre e dovunque indipendentemente da sesso, razza, religione e condizione sociale.

 Già… Peccato che stiamo preparando una legge (che per altro ha già sortito i suoi primi nefasti effetti) che dice che ai medici è consentito di denunciare i clandestini. “Consentito” in questi casi diventa “fatto obbligo” in quanto un pubblico ufficiale non può ignorare un reato che si compia sotto i suoi occhi.

Bene: adesso proviamo ad immaginarci i clandestini che vivono in catapecchie fatiscenti ai margini della nostra società. Immaginiamoci che poco o nulla sappiano delle ultimissime notizie riguardo alla “influenza suina”. Immaginiamoci anche che molto abbiano sentito dire del rischio di essere denunciati se si recano in ospedale o dalla Guardia Medica,

Quanti di loro andranno ad allungare le file ai pronto soccorso? Quanti eviteranno di andare a fare i loro poveri lavori in nero o comunque si isoleranno evitando il contagio di fronte a degli (apparentemente) normalissimi sintomi influenzali? Quanti di fronte ad un po’ di febbre e di nausea prenderanno provvedimenti precauzionali con il rischio di essere rinchiusi per sei mesi in un “centro di raccolta

 Ultime domande: quanti provengono dall’America Latina che hanno lasciato in questo mese? E quanti di loro stanno vivendo in condizioni di promiscuità e di scarsissima igiene?!

Bene e adesso cosa ne pensa il nostro Ministro della Salute, che fa parte di un governo che sulle norme che permettono tutto ciò sta pensando di porre la fiducia visto che in prima battuta il parlamento (pur con maggioranza bulgara) le ha bloccate?

Ai posteri (se ci saranno) l’ardua sentenza….

 Pover pursél (nel senso del maiale!) Ah be’

FrancescoV

Aprile 20, 2009

Non reggo più!

Author: admin - Categories: Sassolini - Tags: , ,

L’onorevole Gasparri ha definito Santoro “guitto e sciacallo”.
Non nutriamo eccessive speranze in una opposizione ad un governo semi - fascista portata avanti da giornalisti solitari, o da vignettisti che per quanto ammirevoli non sono certo delegati dal popolo.
Ma da qui a trincerarsi vigliaccamente dietro l’immunità parlamentare per permettersi offese che a chiunque altro sarebbero fatte rimangiare a colpi di querela (da persone civili, a pugni da altri: forse l’on. Gasparri ricorda i tempi della sua gioventù…) passa la stessa differenza che c’è tra la libera critica di comportamenti non condivisi e la lapidazione da parte della folla urlante di fondamentalisti.
Complimenti al poco onorevole Gasparri per l’esempio di cultura e di civiltà!

FrancescoV