Dicembre 16, 2008

Sformato in crescendo

Author: iQuindici - Categories: Papille - Tags: , , , , ,

Premessa.
Forse ogni cosa mi sembra buona oggi perché ho evitato una frana sul treno che mi riportava a casa dopo un’estenuante turno di lavoro in cui anche il mio treno ha rischiato di andarsene per cazzi suoi visto il meteo avverso.

Sformato in crescendo dicevamo.
In crescendo come l’acqua del Tevere, che se ferma se ferma…ma sempre in agguato se ne sta.
In crescendo come l’età pensionabile, fottuto brunetta…io mi faccio il culo tutti i giorni e voglio la pensione a trent’anni, altro che i parlamentari.
In crescendo come il vantaggio della PDL sul centrosinistra in Abruzzo,maledetta la sinistra italiana che s’è scordata che è di sinistra.
In crescendo, appunto, come l’astensionismo di chi s’è rotto il cazzo de sta gentucola che nsa manco quanto costa un litro de latte.
In crescendo come la zero tolleranza verso l’alcol, con cui sarei assolutamente d’accordo (malgrado i miei evidenti problemi con l’alcool, se si facessero controlli seri e non persecuzioni.
In crescendo come il numero dei prigionieri palestinesi liberati… benedetto sia ogni vero atto di distensione.
In crescendo come il numero di esposti contro “la puzza di curry” nei condomini, perché abbiamo già dimenticato le nostre povere zuppe contadine a base di cavolo nero, come pure la tolleranza e la solidarietà.
In crescendo come le manifestazioni di solidarietà al cronista che ha “scarpizzato” george bush.
In crescendo dicevamo…
come gli ingredienti del mio sformato…
per il quale ho cominciato distrattamente a tagliare in fettine sottili un paio di patate deponendole in una teglia da forno appena unta.
Crescendo crescendo… perchè poi ho aggiunto un paio di zucchine, anch’esse crude e tagliate a rondelle sottili…
Ho via via aggiunto un giro d’olio, sale e pepe…
Crescendo crescendo, osservandolo con sempre più amore, ho tagliuzzato della mozzarella avanzata a cubettini.
Infilato in forno…anzi no… non ancora… prima ho aggiunto, crescendo crescendo, qualche cucchiaiata di pesto della mamma anch’essa avanzata da precedenti banchetti. Rimescolato il tutto. In forno una mezz’oretta.

Crescendo crescendo, come i cassintegrati di mamma FIAT e dell’indotto, come i disoccupati, i senza casa, i poveri veri, i poveri (finti) industriali in recessione.
A tutti un buon natale.
Per citare una scritta vecchia vechia, su un altrettanto vecchio edificio di cinecittà
auguriamo a tutti i proletari dello stabile un 1978 (…) senza sacrifici

Inshallah.

c8

Ottobre 18, 2008

Zuppa del bosco di castagni

Author: admin - Categories: Papille - Tags: , , ,

Vi segnalo una ricettina semplice e deliziosa che faccio normalmente in autunno, quando me ne torno dai miei e trascino amici e cugini recalcitranti a raccattar funghi per boschi e macchioni. Il periodo è già passato, ma oggi ho fatto una veloce incursione nella ghiacciaia di mammà, rinvenendo preziosi galletti che ho prontamente trafugato. Con i funghi surgelati perde ovviamente un bel po’, ma insomma… Visto il freschetto umidiccio che faceva oggi a Roma, mi è proprio venuta voglia della mia portentosa zuppa.
Non indico troppe dosi, ma segnalo qualche variante, proprio perché è una ricetta che amo molto e modifico a seconda delle disponibilità del frigo.

Read it all..